Seleziona una pagina
“La Crisi delle piscine dilaga e il Coordinamento non molla. Marco Sublimi e Luca Albonico hanno incontrato il Presidente della Conferenza delle Regioni Fedriga”

“La Crisi delle piscine dilaga e il Coordinamento non molla. Marco Sublimi e Luca Albonico hanno incontrato il Presidente della Conferenza delle Regioni Fedriga”

Il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, ha incontrato in videoconferenza il Coordinamento Gestori Impianti Natatori, ed ha assicurato il sostegno alle loro istanze. “Le Regioni sono al fianco dei gestori delle piscine già colpite...

Domani il Coordinamento al Senato!

Domani il Coordinamento al Senato!

Il 𝗖𝗼𝗼𝗿𝗱𝗶𝗻𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗡𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗲 𝗔𝘀𝘀𝗼𝗰𝗶𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗚𝗲𝘀𝘁𝗼𝗿𝗶 𝗜𝗺𝗽𝗶𝗮𝗻𝘁𝗶 𝗡𝗮𝘁𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶, è stato invitato a intervenire domani alla Commissione Bilancio del Senato, nell'ambito delle audizioni preliminari all'esame del cd. decreto legge Sostegni ter. Sarà presente Marco Sublimi,...

I dati oggettivi dimostrano la difficoltà delle Piscine 
  • 300 giorni di chiusura – i primi a chiudere e gli ultimi a riaprire.
  • Decreti emergenziali che NON HANNO considerato le peculiarità del settore piscine, escludendo i gestori dal 95% degli aiuti previsti 
  • Obbligo di conservazione del patrimonio impiantistico pubblico con alti costi da sostenere nonostante la chiusura 
Un comparto completamente abbandonato con la necessità di fare squadra per potersi rappresentare unito nelle sedi istituzionali centrali e territoriali.

I gestori di impianti natatori AGISI, ASSONUOTO, Insieme si vince, Piscine del Piemonte, SIGIS e Piscine Emilia Romagna con la delega a Marco Sublimi, già riconosciuto dirigente del settore e co-curatore del programma congressuale di ForumPiscine, lavoreranno in questo periodo emergenziale per la sopravvivenza degli impianti natatori. 

La piscina rappresenta un polo aggregativo-sociale dalle caratteristiche uniche, frequentata da utenti di ogni età, con le più svariate esigenze e per questo necessita di attenzioni specifiche peculiari. 

In questi lunghi mesi i gestori delle piscine di tutta Italia stanno pagando energia (luce, gas e acqua) a costi non adeguati al servizio sociale che erogano.

Costi di mantenimento, anche a piscine chiuse, di un patrimonio impiantistico sportivo pubblico al 90%.

Tariffe imposte dalle amministrazioni locali da mantenere nonostante linee guida da rispettare che gravano pesantemente sui costi di gestione.