Seleziona una pagina

Giornata ricca di colloqui per Marco Sublimi, delegato Nazionale del coordinamento, e dei membri della ristretta delegazione (composta Roberto Bresci per AGISI, Luca Bosi per Piscine Emilia- Romagna, Alessandro Valentini per Assonuoto) del Coordinamento nazionale che nella giornata di ieri hanno incontrato:

  • il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti
  • il Segretario Nazionale del Partito Democratico Enrico letta, accompagnato dal Senatore Antonio Misiani
  • l’ex Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, accompagnato dall’Onorevole Simone Valente
  • lo staff tecnico del Presidente della Commissione Finanze alla Camera Onorevole Luigi Marattin

E’ stata l’occasione per ribadire le istanze messe anche al centro della grande manifestazione di domenica 6 febbraio, e più precisamente:

    1. Un contributo salvagente di 150 Milioni di euro per mantenere in vita le piscine italiane
    2. Possibilità di accesso all’ecobonus 110% per gli interventi sulle Piscine
    3. Creazione di un fondo per le Pubbliche amministrazioni da utilizzare per il riequilibrio delle concessioni
    4. Intervento per ridurre il problema del “caro bollette” attraverso il credito di imposta
    5. Inserimento di un bonus sport da utilizzare anche nelle Piscine
    6. Credito di imposta per i canoni di locazione e di affitto di ramo di azienda per il 2022

“Esprimiamo – afferma il delegato nazionale Marco Sublimi – piena soddisfazione per il livello di attenzione che il Ministro e i leader politici hanno dimostrato durante questi colloqui. E’ evidente la loro consapevolezza dell’importanza di un settore che gestisce un servizio di pubblico interesse sostenendo la pratica dello sport e la ricerca del benessere per oltre 5 milioni di italiani (tanti sono quelli che frequentano le piscine in un anno)”. Un altro dato emerso, che si vede anche dai provvedimenti delle scorse settimane, è la chiarezza del carattere distintivo di questo settore, in particolare per i meccanismi che regolano i rapporti concessori con le Pubbliche Amministrazioni e per il carattere energivoro degli impianti natatori.

“Abbiamo avuto rassicurazione – comunica la delegazione ristretta del Coordinamento – che le nostre richieste saranno già processate i prossimi giorni mettendo mano a quanto previsto dal cosiddetto DL Sostegni Ter aumentando le dotazioni per le società che hanno avuto ripercussioni economiche con le limitazioni COVID e verificando la possibilità di inserire gli impianti natatori tra i soggetti energivori”.

Il Coordinamento proseguirà la sua attività di raccordo con gli interlocutori istituzionali e politici al fine di trovare soluzioni concrete e rapide per SALVARE LE PISCINE.

AGISI – Presidente Giorgio Lamberti
Assonuoto – Presidente Alessandro Valentini
Insieme si Vince – Delegato Andrea Biondi
Piscine del Piemonte – Delegato Luca Albonico
Piscine Emilia-Romagna – Coordinatori Luca Bosi e Roberto VeroniSIGIS – Presidente Sergio Tosi

Marco Sublimi Delegato dal Coordinamento Nazionale